Privacy | Cookie policy        
HOMECAMPIONATO 2015/16CALENDARIOCANNONIERICURIOSITA'ARCHIVIO CAMPIONATIARCHIVIO COPPE EU    

Campionati
2014/2015 2013/2014 2012/2013 2011/2012 2010/2011 2009/2010 2008/2009 2007/2008 2006/2007 2005/2006 2004/2005 2003/2004 2002/2003 2001/2002 2000/2001 1999/2000 1998/1999 1997/1998 1996/1997 1995/1996 1994/1995 1993/1994 1992/1993 1991/1992 1990/1991 1989/1990 1988/1989 1987/1988 1986/1987 1985/1986 1984/1985 1983/1984 1982/1983 1981/1982 1980/1981 1979/1980 1978/1979 1977/1978 1976/1977 1975/1976 1974/1975 1973/1974 1972/1973 1971/1972 1970/1971 1969/1970 1968/1969 1967/1968 1966/1967 1965/1966 1964/1965 1963/1964 1962/1963 1961/1962 1960/1961 1959/1960 1958/1959 1957/1958 1956/1957 1955/1956 1954/1955 1953/1954 1952/1953 1951/1952 1950/1951 1949/1950 1948/1949 1947/1948 1946/1947 1945/1946 1943/1944 1942/1943 1941/1942 1940/1941 1939/1940 1938/1939 1937/1938 1936/1937 1935/1936 1934/1935 1933/1934 1932/1933 1931/1932 1930/1931 1929/1930 1928/1929 1927/1928 1926/1927 1925/1926 1924/1925 1923/1924 1922/1923 1921/1922 1920/1921 1919/1920
Diamo i numeri: le 105 parate di Sepe e i 72 recuperi di Gagliolo
Diamo

Diamo un po’ di numeri sull’andamento del Parma in campionato dopo 23 giornate. Statistiche che servono a capire lo stato di salute di una squadra, i problemi, i punti di forza e le caratteristiche generali. Nelle speciali classifiche redatte dalla Lega serie A il Parma, o meglio il suo portiere Sepe, comanda la graduatoria delle parate: 105 totali, contro i 100 dell’Empoli, 99 del Frosinone e 56 dell’Atalanta (solo per citarne alcuni). Un primato che il portiere gialloblù si porta dietro dall’inizio della stagione e che lo conferma tra i migliori della serie A.
Discorso diverso per tutti gli altri dati dove il Parma in genere naviga a metà classifica. E’ 14° nella classifica dei gol fatti (24) con una media di 1,04 a gara; ultimo in quella dei tiri in porta (165 totali, 82 in porta), nei cross (89 fatti, 63 sbagliati) e nei calci d’angolo (83); penultimo negli assist (11); 11° nei chilometri percorsi (108.405) e 4° nei fuorigioco (54).
Nelle classifiche dei singoli calciatori spicca Gagliolo con 72 palle recuperate (23°) alle spalle di difensori del calibro di Koulibaly, Acerbi, Criscito e Skriniar. Il maratoneta gialloblù è Barillà con 11,122 km percorsi (20°).

Numeri che non fotografano perfettamente il campionato del Parma, attualmente 12° in classifica, a -9 dalla zona Europa League e a +11 sulla zona retrocessione. Questo per dire che il calcio non è solo numeri, ma anche e soprattutto identità tattica, indipendentemente da quante volte tiri in porta e da quanti cross fai. Quello che conta sono i gol (fatti e presi) e i punti. E in questo senso il Parma è probabilmente la squadra più pragmatica della serie A.