Privacy | Cookie policy        
HOMESerie A 2020/21CALENDARIOCANNONIERICURIOSITA'ARCHIVIO CAMPIONATIARCHIVIO COPPE EU    

Campionati
2019/2020 2018/2019 2017/2018 2016/2017 2015/2016 2014/2015 2013/2014 2012/2013 2011/2012 2010/2011 2009/2010 2008/2009 2007/2008 2006/2007 2005/2006 2004/2005 2003/2004 2002/2003 2001/2002 2000/2001 1999/2000 1998/1999 1997/1998 1996/1997 1995/1996 1994/1995 1993/1994 1992/1993 1991/1992 1990/1991 1989/1990 1988/1989 1987/1988 1986/1987 1985/1986 1984/1985 1983/1984 1982/1983 1981/1982 1980/1981 1979/1980 1978/1979 1977/1978 1976/1977 1975/1976 1974/1975 1973/1974 1972/1973 1971/1972 1970/1971 1969/1970 1968/1969 1967/1968 1966/1967 1965/1966 1964/1965 1963/1964 1962/1963 1961/1962 1960/1961 1959/1960 1958/1959 1957/1958 1956/1957 1955/1956 1954/1955 1953/1954 1952/1953 1951/1952 1950/1951 1949/1950 1948/1949 1947/1948 1946/1947 1945/1946 1943/1944 1942/1943 1941/1942 1940/1941 1939/1940 1938/1939 1937/1938 1936/1937 1935/1936 1934/1935 1933/1934 1932/1933 1931/1932 1930/1931 1929/1930 1928/1929 1927/1928 1926/1927 1925/1926 1924/1925 1923/1924 1922/1923 1921/1922 1920/1921 1919/1920
La crescita di Mihaila il rumeno aspetta un‘occasione da titolare

E’ arrivato il momento di Valentin Mihăilă? A vedere la grinta, la fame e la corsa che ci ha messo negli ultimi due spezzoni di gara, contro Bologna e Verona, verrebbe da dire di sì. Il ragazzo è pronto per un’occasione da titolare.

Ma questa è solo una sensazione giornalistica, oltre che una volontà di tanti tifosi che in questi giorni spingono per vedere il rumeno in campo dall’inizio.
Come è risaputo, la stagione di Mihăilă, 21enne ex Craiova, è partita con netto ritardo a causa della pubalgia prima e un problema muscolare poi, che lo hanno costretto a saltare le prime 14 giornate di campionato. Il 3 gennaio scorso l’esordio in maglia crociata (e in serie A) nella sconfitta interna per 3-0 contro il Torino; con Liverani in panchina.
Da allora ha collezionato 6 presenze tra campionato e Coppa Italia, 161 minuti in tutto. L’unica volta che è partito titolare è stato nella sfida degli ottavi di Coppa Italia in casa della Lazio, persa per 2-1, in cui segna il gol del momentaneo 1-1.

D’Aversa lo sta indottrinando, gli sta insegnando i movimenti del 4-3-3, e non è escluso che contro l’Udinese non arrivi veramente il suo momento. La sua corsa, rapidità e capacità di saltare l’uomo potrebbero essere un’arma per scardinare la robusta difesa friulana e ritrovare una vittoria che manca da troppo tempo. In pratica, la scossa che tutti stanno cercando per riaccendere il Parma.
Prima però c’è da battere la concorrenza di Karamoh, il quale al momento sembra in vantaggio nelle gerarchie, e del connazionale Dennis Man.

 

(Foto Parma Calcio 1913)

 

L'articolo La crescita di Mihaila, il rumeno aspetta un’occasione da titolare proviene da SportParma.