Privacy | Cookie policy        
HOMESerie A 2019/20CALENDARIOCANNONIERICURIOSITA'ARCHIVIO CAMPIONATIARCHIVIO COPPE EU    

Campionati
2014/2015 2013/2014 2012/2013 2011/2012 2010/2011 2009/2010 2008/2009 2007/2008 2006/2007 2005/2006 2004/2005 2003/2004 2002/2003 2001/2002 2000/2001 1999/2000 1998/1999 1997/1998 1996/1997 1995/1996 1994/1995 1993/1994 1992/1993 1991/1992 1990/1991 1989/1990 1988/1989 1987/1988 1986/1987 1985/1986 1984/1985 1983/1984 1982/1983 1981/1982 1980/1981 1979/1980 1978/1979 1977/1978 1976/1977 1975/1976 1974/1975 1973/1974 1972/1973 1971/1972 1970/1971 1969/1970 1968/1969 1967/1968 1966/1967 1965/1966 1964/1965 1963/1964 1962/1963 1961/1962 1960/1961 1959/1960 1958/1959 1957/1958 1956/1957 1955/1956 1954/1955 1953/1954 1952/1953 1951/1952 1950/1951 1949/1950 1948/1949 1947/1948 1946/1947 1945/1946 1943/1944 1942/1943 1941/1942 1940/1941 1939/1940 1938/1939 1937/1938 1936/1937 1935/1936 1934/1935 1933/1934 1932/1933 1931/1932 1930/1931 1929/1930 1928/1929 1927/1928 1926/1927 1925/1926 1924/1925 1923/1924 1922/1923 1921/1922 1920/1921 1919/1920
D‘AVERSA: Vittoria e classifica importanti. LIVERANI: Giocato alla pari
D’AVERSA:

Dopo il 2-0 tra Parma e Lecce, posticipo della 19a giornata di serie A, ecco il commento dei due allenatori, D’Aversa e Liverani, e di Grassi.

D’AVERSA: “Stasera era importante portare a casa la vittoria perché era uno scontro diretto, i ragazzi sono stati bravi nonostante qualche difficoltà, ma è normale in serie A. Non siamo abituati a fare bilanci, siamo abituati a riportare spesso e volentieri i numeri negativi, però girare a 28 punti, nonostante nell‘arco di questo girone siano mancato giocatori importanti, significa che i ragazzi hanno fatto qualcosa di importante.
Per quanto riguarda il sistema di gioco, difendevamo in un modo e costruivamo in un altro; spesso e volentieri c‘era un terzino che andava a ricoprire l‘ampiezza portando un attaccante dentro che era Kurtic; detto questo Hernani ha fatto un‘ottima partita, soprattutto nel secondo tempo, poi ha lamentato un problema al polpaccio e oltre ad essere ammonito ho pensato a farlo uscire, ma non per scelta tecnica, dato che stava giocando veramente bene, ma per non rischiare di rimanere in dieci.
Devo comunque fare i complimenti al Lecce perchè fa un calcio propositivo, cerca di giocare e mette in difficoltà la squadra avversaria, poi chiaro che sta a loro intervenire o no sul mercato, ma devo dire che comunque in Serie A quest‘anno il campionato è davvero molto difficile: squadre come l‘anno scorso che a quest‘ora magari erano già staccate di molto non ce ne sono, questa posizione di classifica quindi rende ancora più merito ai miei ragazzi.
Continuo a sentir parlare di prova maturità nonostante questa squadra quattro anni fa fosse in serie D e dopo quattro anni è in serie A settima in classifica. La maturità penso che questi ragazzi l‘abbiano dimostrata in questi ultimi anni.
Kurtic è un giocatore importante, lo sapevamo già, chiaro che è arrivato da poco e deve ancora capire determinate situazioni, ma stasera si è ben comportato. La mia volontà e la mia soddisfazione è quella di avere il più presto possibile i giocatori che ho alla massima condizione, oggi siamo scesi in campo con Roberto non comunque in ottime condizioni, con Grassi, con Scozzarella che ancora non stava benissimo quindi quello che mi preme è cercare di portare questi ragazzi a una condizione fisica e mentale ottimale. Ora pensiamo alla Roma, faremo di tutto per passare il turno”.

GRASSI: “E‘ una vittoria che pesa tanto, dovevamo riscattare la sconfitta di lunedì scorso contro l‘Atalanta. Siamo riusciti, nel nostro stadio. Avevamo di fronte un avversario duro come il Lecce, che gioca bene a calcio. Il primo tempo è andato un po‘ così ma poi siamo stati bravi a ribaltarla. Il nostro obiettivo resta la salvezza - prosegue - Visto com‘è andata nella scorsa stagione, prima raggiungiamo il nostro obiettivo e dopo si vedrà. Il bilancio del girone d‘andata è positivo, assolutamente. Fare meglio penso fosse impossibile. Coppa Italia? Ci teniamo a fare bene, è una competizione importante che magari può dare anche minutaggio a chi fino ad ora ha giocato un po‘ meno. La Roma è un avversario molto forte, una delle squadre più forti del campionato”.

LIVERANI: “Non credo che il risultato sia dovuto alle assenze. La squadra è partita con personalità, ha giocato, ha battuto colpo su colpo. Fino al gol abbiamo giocato alla pari, dopo l’1-0 il Parma ha fatto la partita che voleva. Sul primo gol abbiamo perso palla… Purtroppo commentiamo la quarta sconfitta e c’è delusione e preoccupazione peri giocatori anche se vorrei che non lo avessero. Se a luglio ci avessero detto che saremmo stati fuori dalla zona rossa saremmo stati contenti. Cercheremo di mantenere questa classifica fino al 24 maggio, speriamo che il mercato ci dia una mano e alzare il livello di competitività”.