Privacy | Cookie policy        
HOMESerie A 2019/20CALENDARIOCANNONIERICURIOSITA'ARCHIVIO CAMPIONATIARCHIVIO COPPE EU    

Campionati
2014/2015 2013/2014 2012/2013 2011/2012 2010/2011 2009/2010 2008/2009 2007/2008 2006/2007 2005/2006 2004/2005 2003/2004 2002/2003 2001/2002 2000/2001 1999/2000 1998/1999 1997/1998 1996/1997 1995/1996 1994/1995 1993/1994 1992/1993 1991/1992 1990/1991 1989/1990 1988/1989 1987/1988 1986/1987 1985/1986 1984/1985 1983/1984 1982/1983 1981/1982 1980/1981 1979/1980 1978/1979 1977/1978 1976/1977 1975/1976 1974/1975 1973/1974 1972/1973 1971/1972 1970/1971 1969/1970 1968/1969 1967/1968 1966/1967 1965/1966 1964/1965 1963/1964 1962/1963 1961/1962 1960/1961 1959/1960 1958/1959 1957/1958 1956/1957 1955/1956 1954/1955 1953/1954 1952/1953 1951/1952 1950/1951 1949/1950 1948/1949 1947/1948 1946/1947 1945/1946 1943/1944 1942/1943 1941/1942 1940/1941 1939/1940 1938/1939 1937/1938 1936/1937 1935/1936 1934/1935 1933/1934 1932/1933 1931/1932 1930/1931 1929/1930 1928/1929 1927/1928 1926/1927 1925/1926 1924/1925 1923/1924 1922/1923 1921/1922 1920/1921 1919/1920
LE PAGELLE: Inglese e Cornelius in crescita Kulusevski sottotono
LE

Le pagelle di Parma-Lecce sono affidate come sempre alla penna del nostro Antonio Boellis. La copertina della searta è per Iacoponi e Kucka, due dei principali protagonisti nella vittoria per 2-0 sul Lecce.

SEPE 6 Il Lecce ci prova quasi sempre dalla distanza con tiri centrali che non lo impensieriscono più di tanto. Bravo nella ripresa su un destro di Mancosu.

DARMIAN 6 Nei primi 45‘ commette diverse leggerezze che il Lecce non sfrutta a dovere. Cresce nella ripresa quando ci mette più ardore e convinzione.

IACOPONI 7,5 Primo gol in A al Tardini a coronare una partita che non avrebbe dovuto giocare per un problema all‘anca. In difesa è il solito portento, per informazioni chiedere a Babacar che quasi mai ha visto la porta.

BRUNO ALVES 6 Prende subito le misure al duo Falco-Babacar e lo costringe a girovagare sempre fuori dall‘area di rigore.

GAGLIOLO 6,5 Le marcature preventive lo aiutano a contenere il pericolo Falco e le discese di Donati. Condisce la fase offensiva con cross precisi e velenosi come quello che porta al 2-0.

GRASSI 6 Tanta sostanza e poca qualità, in mezzo al campo il giro palla del Lecce lo manda fuori giri. La condizione non è ancora quella ottimale, ma siamo sulla strada giusta.
(31‘ st) Scozzarella ng.

HERNANI 6,5 L‘ammonizione dopo 33 minuti non condiziona la sua prestazione fatta di contrasti, coperture e impostazioni. Decisamente migliore il secondo tempo rispetto al primo quando fatica a dettare i tempi di gioco.
(39‘ st) Gervinho ng.

KURTIC 6 Esordio senza il botto, nel senso che la prestazione è ai limiti della sufficienza, anche perché ha avuto solo 2 giorni per ambientarsi e capire i dettami di D‘Aversa. E‘ presto per dare giudici, ma come esterno sinistro offensivo non ha convinto molto.

KUCKA 6,5 Lo spessore tecnico e la forza fisica non sono una novità, così come la prontezza di riflessi e il fiuto per il gol sul 2-0 su cui mette lo zampino. Gioca a tutto campo.

INGLESE 6 E‘ tornato a indossare l‘armatura del guerriero, sempre al servizio della squadra, ma non è mai stato messo nelle condizioni di fare male.
(25‘ st) Cornelius 6,5 I suoi centimetri e la sua stazza tengono in apprensione la difesa salentina. Trasforma in rete, dopo la traversa di Kucka, uno dei primi palloni toccati.

KULUSEVSKI 5,5 Stecca la seconda gara di fila, non era mai successo in tutto il girone d‘andata; non trova mai lo spunto vincente per creare superiorità numerica e mettere gli attaccanti nelle condizioni di tirare in porta.

ALL. D‘AVERSA 6 Un primo tempo sotto tono e una ripresa più intraprendente, più convincente, con più qualità nelle giocate. Il nuovo modulo ha convinto a metà, complice anche la vivacità dell‘avversario, ma c‘è tempo e modo per migliorare.