Privacy | Cookie policy        
HOMECAMPIONATO 2015/16CALENDARIOCANNONIERICURIOSITA'ARCHIVIO CAMPIONATIARCHIVIO COPPE EU    

Campionati
2014/2015 2013/2014 2012/2013 2011/2012 2010/2011 2009/2010 2008/2009 2007/2008 2006/2007 2005/2006 2004/2005 2003/2004 2002/2003 2001/2002 2000/2001 1999/2000 1998/1999 1997/1998 1996/1997 1995/1996 1994/1995 1993/1994 1992/1993 1991/1992 1990/1991 1989/1990 1988/1989 1987/1988 1986/1987 1985/1986 1984/1985 1983/1984 1982/1983 1981/1982 1980/1981 1979/1980 1978/1979 1977/1978 1976/1977 1975/1976 1974/1975 1973/1974 1972/1973 1971/1972 1970/1971 1969/1970 1968/1969 1967/1968 1966/1967 1965/1966 1964/1965 1963/1964 1962/1963 1961/1962 1960/1961 1959/1960 1958/1959 1957/1958 1956/1957 1955/1956 1954/1955 1953/1954 1952/1953 1951/1952 1950/1951 1949/1950 1948/1949 1947/1948 1946/1947 1945/1946 1943/1944 1942/1943 1941/1942 1940/1941 1939/1940 1938/1939 1937/1938 1936/1937 1935/1936 1934/1935 1933/1934 1932/1933 1931/1932 1930/1931 1929/1930 1928/1929 1927/1928 1926/1927 1925/1926 1924/1925 1923/1924 1922/1923 1921/1922 1920/1921 1919/1920
Inglese contro Belotti: ambizioni gol e Nazionale
Inglese

Roberto Inglese contro Andrea Belotti. Una sfida tra due attaccanti giovani, moderni e ambiziosi. 26 anni il primo, 24 il secondo. Storie e percorsi diversi. Inglese punta alla salvezza, Belotti all’Europa League. Dopo 12 giornate di campionato è il granata ad essere in vantaggio, complici anche una serie di infortuni che hanno impedito all’ex Chievo di giocare con regolarità: 6 reti in 12 presenze per Belotti, 2 reti in 8 gare per l’attaccante crociato (l’ultima contro il Cagliari). Differenze notevoli, ma non nelle prestazioni, tant’è che l’attaccante granata, prima della doppietta di domenica scorsa contro la Sampdoria (1-4), era finito nel mirino della critica per le sue prestazioni poco convincenti. Problema risolto, così come Inglese che ha superato i suoi problemi fisici e sabato pomeriggio tornerà finalmente a guidare l’attacco crociato dal primo minuto.
Belotti è l’attaccante della Nazionale, Inglese sogna di diventarlo. E pensare che quest’estate entrambi sono stati protagonisti di una laboriosa trattativa di mercato tra Napoli e Toro, con i partenopei che avevano offerto al Toro 65 milioni più il cartellino di Inglese. Il presidente granata Cairo disse di no e il collega De Laurentis tuonò: “Se Belotti vale 65 milioni mi fa piacere, perché vuol dire che Inglese ne vale 85! L’anno scorso lui ha fatto 12 gol in campionato, mentre nel Torino Belotti ne ha fatti 10. Lo abbiamo dato in prestito oneroso, il Parma non ha battuto ciglio data la validità del giocatore, potrà ancora far valere le sue qualità. Se Belotti oggi vale 65 milioni probabilmente l’anno prossimo Inglese varrà 100!“. La sfida è aperta.